Home » Archivio Eventi » COME DISTRICARSI NEI LABIRINTI DELLA NATUROPATIA M. Pontesilli e L. Tosati

COME DISTRICARSI NEI LABIRINTI DELLA NATUROPATIA M. Pontesilli e L. Tosati

CICLI DI INCONTRI

PROGRAMMA:

Fiori di Bach

I fiori di Bach o rimedi floreali di Bach sono una cura alternativa basata sulla floriterapia (“terapia con i fiori”), ideata dal medico gallese Edward Bach. Alla base della floriterapia di Bach è il principio secondo il quale nella cura di una persona, devono essere prese in considerazione principalmente la prevenzione e la conoscenza dei disturbi psicologici, i quali determinerebbero i sintomi fisici. Il singolo fiore curerebbe il disturbo psicologico che ha causato o potrebbe causare un certo malessere fisico. Dietro ogni disturbo fisico ci sarebbe quello che viene chiamato “fiume di energia”, originato a livello psicologico (come nel caso della rabbia, che viene scaricata in modi e zone del corpo differenti); pertanto, ad ogni disturbo psicosomatico, provocato dallo sfogo dell’energia, corrisponderebbe, a monte, un ben preciso disturbo dell’anima.

Fitogemmoterapia e Spagiria

La Fitogemmoterapia è’ un metodo di cura naturale che utilizza le proprietà terapeutiche delle piante e dei germogli, i quali racchiudono in potenza tutta l’energia vitale e i principi attivi necessari per lo sviluppo della pianta stessa, e che sono capaci di apportare un importante contributo terapeutico all’organismo sofferente, in maniera naturale dolce e profonda.

Il termine alchimia deriva dall’arabo al-kimiya o al-khimiya (الكيمياء o الخيمياء), che è probabilmente composto dall’articolo al- e la parola greca khymeia (χυμεία) che significa “fondere”, “colare insieme”, “saldare”, “allegare”, ecc. (da khumatos, “che è stato colato, un lingotto”). Un’altra etimologia collega la parola con Al Kemi, che significa “l’arte egizia”, dato che gli antichi Egiziani chiamavano la loro terra Kemi ed erano considerati potenti maghi in tutto il mondo antico. Il vocabolo potrebbe anche derivare da kim-iya, termine cinese che significa “succo per fare l’oro”. E’ la scienza che è in grado, attraverso la conoscenza delle Leggi che governano la natura e l’universo, di accelerare il processo di trasformazione già insito nella natura stessa. La spagiria (= “separare e congiungere”) è l’applicazione dell’arte alchemica per la preparazione di rimedi ottenuti tramite un’evoluzione della materia per purificarla ed esaltarla, con lunghe e complesse operazioni.

Ogni luogo ha le sue vibrazioni e i rimedi naturali assunti, con ingredienti e modalità di preparazione che tengono conto di orari, lune, influssi planetari, segni delle piante, dovrebbero provenire dal proprio territorio di origine.

DATE BIELLA: 19 SETTEMBRE 2013;   3 / 17 OTTOBRE 2013;   7/21 NOVEMBRE 2013;   5 DICEMBRE 2013;   9/23 GENNAIO 2014; 6/20 FEBBRAIO 2014;   6/20 MARZO 2014;   3/17 APRILE 2014;   8 MAGGIO 2014

DATE TORINO: 23  OTTOBRE 2013;  14/28 NOVEMBRE 2013;  12 DICEMBRE 2013;  16/30 GENNAIO 2014;  13/27 FEBBRAIO 2014;  13/27 MARZO 2014;  10 APRILE 2014; 15/29 MAGGIO 2014; 5/19 Giugno 2014.

 

ORARIO DALLE 20,30 ALLE 22,30

DOCENTI MARISA PONTESILLI

LAURA TOSATI

COSTO € 30,00 AD INCONTRO

ISCRIZIONI ENTRO E NON OLTRE IL 10 SETTEMBRE 2013

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>