Decodifica dentale

“I dieci attributi del divino, le dieci espressioni della luce divina, dall’albero della Cabala, sono collegati da ventidue sentieri o Sephiroth, e costituiscono quello che la tradizione definisce (10 + 22) le trentadue vie della saggezza”.  Nella bocca dell’essere umano si trovano trentadue pietre di luce, e il messaggio di speranza che ci inviano contiene in filigrana questa promessa di un ritorno verso la nostra natura divina. Ogni dente, come vedremo in seguito, ci permette sicuramente di ritrovare ferite profonde nel nostro emozionale e nel nostro cuore, grazie alle malattie e alle malposizioni, ma ci offre soprattutto la possibilità di ricontattare nella nostra profondità, le nostre risorse di vita.

Riflessi dei nostri mali dimenticati o rifiutati, i denti ci consegnano poco a poco le loro parole guaritrici, al fine di riaprire in noi stessi quel legame spezzato dalla scarsità d’amore tra il nostro spirito, il nostro cuore e la nostra anima. Non ha importanza il fatto che le parole che ho usato vi turbino, o che le confrontiate con altre che vi sono state insegnate. Sostituite queste frasi con la vostra dialettica, utilizzate le vostre parole con tolleranza, e vedrete che non c’è nessuna differenza …

 

Dr. Christian BEYER

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>