Home » Corsi Naturopatia » FITOGEMMOTERAPIA

FITOGEMMOTERAPIA

DOTT.SSA ANGELA ASTOLFI E LUISA CICCOLINI

E’ un metodo di cura naturale che utilizza le proprietà terapeutiche delle piante e dei germogli, i quali racchiudono in potenza tutta l’energia vitale e i principi attivi necessari per lo sviluppo della pianta stessa, e che sono capaci di apportare un importante contributo terapeutico all’organismo sofferente, in maniera naturale dolce e profonda.

 

PROGRAMMA

  • Introduzione alla fitogemmoterapia
  • Cenni storici
  • Distinzione tra fitoterapia e gemmoterapia
  • Preparazione di tinture madri e gemmoderivati
  • Meccanismi d’azione delle tinture madri e dei macerati glicerici
  • La fitogemmoterapia nei disturbi dermatologici:protocolli e casi clinici
  • La fitogemmoterapia nelle sindromi gastrointestinali: protocolli e casi clinici
  • La fitogemmoterapia nelle sindromi genitali femminili e maschili: protocolli e casi clinici
  • La fitogemmoterapia nei disturni urinari: protocolli e casi clinici
  • La fitogemmoterapia nelle sindromi respiratorie: protocolli e casi clinici
  • La fitogemmoterapia nei disturbi cardiovascolari: protocolli e casi clinici
  • La fitogemmoterapia nei disturbi osteoarticolari: protocolli e casi clinici
  • La fitoterapia come contributo alla omeopatia classica e alla Nuova Medicina del Dr Hamer

Un commento

  1. Annamaria Angrisani

    Fitoembrioterapia o meristemoterapia o gemmoterapia
    La fitoembrioterapia è un metodo di cura con le piante messo a punto dal dott. Pol Henry nel 1956.
    Questa terapia sfrutta la concentrazione dei fitormoni presenti nei tessuti embrionali vegetali freschi in via di accrescimento. Le gemme i germogli i giovani getti i boccioli le giovani radici gli amenti la linfa o altri tessuti embrionali di vegetali in fase di crescita sono gli elementi costitutivi essenziali della fitoembrioterapia. Questi elementi vegetali allo stato embrionali favoriscono e stimolano le normali funzioni fisiologiche dell’organismo.
    Il dott. Pol Henry è stato il primo a dimostrare l’ipotesi che il meristema poteva contenere l’energia e le informazioni biochimiche necessarie allo sviluppo degli alberi e che queste potevano avere effetti curativi. Oggi questo metodo viene chiamato Gemmoterapia.
    Per estrarre le proprietà di gemme e germogli si utilizzano differenti solventi pttenendo così i macerati glicerinati-
    Il primo estratto studiato è stato la gemma di Betulla pelosa (Betula pubescens) ed è stato dimostrato che il macerato glicerinato di Betulla pelosa attiva i macrofagi del fegato e permette il drenaggio mediante mobilizzazione delle cellule di Kupffer.
    Alla base del metodo gemmo terapico ci sono diverse motivazioni: poiché la vita è l’espressione della morfologia e della dinamica cellulare per curare è necessario agire a livello della cellula utilizzando rimedi che agiscono in fase di potenziale divisione cellulare e che possano agire e stimolare altri tessuti e unità biologiche.
    Sopprimere ogni espressione vegetale dalla terra equivarrebbe a far perire l’umanità in una sola generazione. L’albero è l’identità vegetale più potente dove l’energia vitale si esprime ogni anno con un grande rinnovamento cellulare. Tutti i suoi tessuti allo stato nascente o in via di divisione (germogli, amenti, radichette, scorza delle radici..) sono i più indicati per rigenerare e curare le cellule e i tessuti umani.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>