Testata Accademia - Prodotti
Decodifica della malattia - Flavio Bianchi

Il sito supporta solo l’acquisto dell’intero corso con prezzo scontato.

CORSO IN AULA E ZOOM

Corso con calendario in Aula esposto via webcam per partecipanti da remoto. Prevede rilascio finale di frequenza con esame.

ATTIVO DAL 06 FEBBRAIO 2021

Decodifica della malattia – Professionisti

3.000,00 2.550,00 (IVA/Tasse escluse)

Oppure:

250,00€ / Week end

Saldabili la settimana prima della data tramite i pagamenti extra sito.

Corso di approfondimento sulla decodifica di quel fenomeno che chiamiamo malattia andando a focalizzarci sul sintomo come storia di vita che stiamo vivendo.

Materie incluse nel pacchetto formativo.

  • L’interpretazione delle parole è l’inizio dell’arte terapeutica
  • Il pensiero etologico-biologico
  • Genetica ed epigenetica
  • Come tutti sappiamo la malattia è un evento innervato dal simpatico. Tutti i fenomeni viventi sono bifasici
  • Conflitti genealogici
  • Foglietti embrionali e risentito.

Insegnanti:

Flavio BianchiFlavio Bianchi

Medico, Ricercatore, Terapeuta in Omeopatia e medicina dell'Ayurveda, e Alchimia - Docente Mirdad.

PAGAMENTI EXTRA SITO

IBAN: IT 10 R 06175 010200 00000 302380 Banca CARIGE
INTESTATO A: CALIBER SRL

PAGAMENTO A SALDO

Causale del bonifico: Corso Decodifica della malattia
Importo: 3.111€

PAGAMENTO DILAZIONATO

Causale del bonifico: Corso Decodifica della malattia – < NUMERO DEL WEEK END >
Importo: 250€ / Week end


Contattare: corsi@mirdad.it
La configurazione del corso avverrà a mano al ricevimento del pagamento.

 

PROGRAMMA ESTESO

Tra filosofia, scienza ed esistenza umana

L’arte del non soffrire.

La decodifica biologica. Dalle parole agli atti, dal risentito alla realtà nascosta.

La malattia è “essere intrappolati nell’istante”.

Sia il tempo, sia l’eternità sono nell’istante.

Dove abitano i conflitti? Nel passato. Cambiamo il nostro presente per cambiare il nostro passato perché sono le forze del passato che ci spingono a essere quel che siamo, ma la realtà non è che un tipo specifico di apparenza, mentre l’inconscio vive in uno stato di probabilità, in uno stato quantico, come l’elettrone…e collassa, ovvero diventa realtà, se troviamo la risposta. Ma prima occorre fare la domanda. E la prima domanda è: “Grazie a cosa sono in vita?” La coscienza è il potere della domanda.

La coscienza è l’apparire di un mondo.

Non essere consapevoli significa non esistere.

Niente nella vita va temuto, deve essere biologicamente compreso. Essere preparati ai conflitti da un vantaggio di sopravvivenza.

Ci ammaliamo quando la verità (psicologico) e la realtà (biologico) non coincidono.

L’interpretazione delle parole è l’inizio dell’arte terapeutica.

Il corpo è un testo sacro, ove gli aspetti fisiologici e neurovegetativi della percezione non possono essere separati dalle vicissitudini del passato, dalle attese e dalle intenzioni.

Quando la fisiologia, la biologia, i simboli, i miti, l’energetica sono coerenti tra di loro si crea una medicina perfetta.

Il pensiero etologico-biologico

Non vi è malattia che non preveda alterazioni genetiche, parenchimali e microcircolatorie, sia essa infiammatoria, infettiva, metabolica, degenerativa, neoplastica. Ma non vi è alterazione se non in funzione adattativa. Per questo si dice che la vita è il 10% cosa ti accade e il 90% come reagisci.

Esempi dal mondo animale.

Nulla ha senso in biologia se non alla luce dell’evoluzione.
Da Laborit a Sabbah. Esperimento di Laborit.

Il corpo che sperimenta la vita, può ritrasmettere attraverso l’RNA informazioni al DNA.

I cambiamenti nel patrimonio genetico possono essere provocati intenzionalmente o attraverso l’influenza dell’ambiente.

I segnali ambientali controllano l’attività dei geni.

Genetica ed epigenetica

I geni sono dei consiglieri. Non impartiscono ordini: danno suggerimenti. Come semi secchi sparsi su una spianata desertica, restano semplicemente addormentati. Se nessuno li innaffia, non germoglieranno mai.

I significanti dei programmi biologici di sopravvivenza e la logica delle reazioni biologiche.

I marcatori biologici: decodifica

Colesterolo, trigliceridi, Ast e Alt, glicemia, emocromo con formula, immunoglobuline, Tsh, T3, T4, creatinina, amilasi e lipasi, vasopressina, ossitocina, ormoni femminili e maschili e molti altri.

Come tutti sappiamo la malattia è un evento innervato dal simpatico. Tutti i fenomeni viventi sono bifasici.

Né gli animali, né l’uomo sarebbero potuti sopravvivere sino ad oggi se non avessero integrato programmi biologici di sopravvivenza volti al superamento di ogni genere di ostacoli che nel corso di millenni si sono presentati sul cammino della loro evoluzione. Tutto ciò che è improvviso, inaspettato, che prende in contropiede e verso cui abbiamo risposto innestando una simpaticotonia permanente (ipertono simpatico), ovvero qualunque cosa ci colga impreparati accende un programma di risposta. E’ l’istante che attiva il programma, ovvero la natura deve fare qualcosa in quel momento, in risposta all’evento inaspettato. E’ l’intensità e il tempo che trascorre senza soluzione a determinare l’importanza del conflitto. E’ il “Non riesco a togliermi dalla mente ciò che è accaduto” che determina il vero problema.

Tutte le cose, piccole o grandi che abbiamo fatto, e che facciamo tutti i giorni, tutte le settimane, creano una caterva di conflitti psicologici e biologici. Tutti i giorni facciamo conflitti biologici piccoli o grandi.

E’ invece quando si ha un conflitto biologico che non si riesce a risolvere che si entra in maniera netta in un programma biologico, ma è un fatto assolutamente naturale. Quando una pianta cresce in una zona umida ha delle radici corte. Ma se il fiume cambia direzione e il suolo diventa secco, e se la pianta non riesce a mettere radici più profonde, cioè non evolve in tempo utile, muore. Quando una persona non riesce più ad evolvere non è più abile alla vita, e quindi perisce. Evolvere, da un punto di vista biologico significa superare un ostacolo, o non dargli più nessuna importanza materiale, lo lascio da parte (conflitto in sospeso). Se non posso lasciare da parte il conflitto e mi arrabbio tutti i giorni, ovvero non faccio tesoro di quella simpaticotonia necessaria e continuo a mantenere le “radici corte”, vado inevitabilmente verso la cachessia, ovvero, una volta consumate le energie proteiche e lipidiche mi spengo per esaurimento, come la pianta che non trova più l’acqua.

Questo perché, biologicamente si è superato il tempo utile, e, come la pianta si secca, anche la nostra linfa vitale fa lo stesso (midollo secco).

Così il primo programma speciale è proprio quello di fare il conflitto, perché se non avessimo codici per far fronte a situazioni inaspettate, non avremmo mai l’energia disponibile (simpaticotonia) per poterlo risolvere e saremmo stati prede facili per il leone o il coccodrillo. Ovvero saremmo estinti.

Ci sono sempre due scelte nella vita: accettare le condizioni in cui viviamo o assumersi la responsabilità di cambiarle. E se, nella vita continui a fare quello che hai sempre fatto, continuerai ad ottenere ciò che hai sempre avuto. E finché non cambia il comportamento non hai risolto un bel nulla. Diceva Jacques Brel: conosco delle barche che si dimenticano di partire… hanno paura del mare a furia di invecchiare. D’altronde non potrai certo scoprire nuovi oceani fino a quando non avrai il coraggio di perdere di vista la spiaggia.

Conflitti genealogici

Ciascuno di noi viene da lontano e nessuno di noi può prescindere dalla sua famiglia e dalla storia della sua famiglia. Perché il tempo dei miei antenati esiste nel mio presente. Io sono la risposta biologica esatta del conflitto inconscio dei miei genitori, noi siamo gli eredi, per procura, dei programmi biologici dei nostri genitori. Siamo il prodotto dei pensieri, delle parole e delle azioni dei nostri antenati. La memoria di un evento, improvviso e inaspettato, in risposta al quale è partito un nuovo programma, anche se è andato a buon fine (risoluzione positiva), rimane.

Non solo in chi lo ha vissuto, ma anche nei figli e nei loro figli.

Farà parte della memoria genetica della razza. D’altronde, i nostri antichi padri ci hanno tramandato la paura del leone per la nostra sopravvivenza.

Tutto ciò che è acquisito da un genitore diventa innato nel figlio e ogni stress psicologico dei genitori diventa il conflitto biologico del bambino. Un bambino è ammalato dalla nascita quando i due genitori hanno lo stesso conflitto. Se uno solo dei genitori ha un conflitto, il bambino si ammalerà nel corso della vita.

Vi sono tre dinamiche genealogiche:

“Ti seguo nella morte o nella malattia, o nel destino”.

“Preferisco morire io al tuo posto”.

“Voglio espiare la tua colpa”.

Il pensiero attraversa lo spazio e il tempo.

Non si può scatenare qualcosa che non sia stato programmato prima.

In natura non ci sono né ricompense né punizioni: ci sono conseguenze.

” Se sei malato scopri innanzitutto che cosa hai fatto per diventarlo”, diceva Ippocrate.

Qualsiasi guarigione richiede la disubbidienza al proprio risentito.

Alla radice di ogni malattia c’è il divieto di fare qualcosa che vorremmo fare o l’ordine di fare qualcosa che non vorremmo.

Foglietti embrionali e risentito.

COME RISOLVERE: LA GUARIGIONE SENZA GLI ATTI E’ MORTA,
COMPITI BIOLOGICI DI RISOLUZIONE CONFLITTUALE.

CALENDARIO

6-7- FEBBRAIO 2021

6-7 MARZO 2021

17-18 APRILE 2021

8-9- MAGGIO 2021

5-6- GIUGNO 2021

10-11- LUGLIO 2021

11-12 SETTEMBRE 2021

2-3 OTTOBRE 2021

6-7 NOVEMBRE 2021

11-12 DICEMBRE 2021

GENNAIO 2022

FEBBRAIO 2022

A CHI È RIVOLTO

A chi è orientato

  1. Operatori del settore omeopatia che vogliono perfezionare il loro pacchetto di competenze;
  2. Operatori già avviati in altri ambiti che vogliono completare/arricchire il proprio bagaglio di competenze e che hanno comprovato la loro conoscenza di base dell’omeopatia.

Corsi successivi e collegabili a questo

Percorso “Naturopatia” in tre moduli:

  1. Esperto Naturopata (Corso on-line)
  2. Specialista in Naturopatia (Corso on-line) – Questo corso è compreso in esso
  3. Coach Naturopata (Corso on- line, che sancisce la fine del percorso).

Eventuali altri corsi monografici.

Cosa viene conseguito a fine corso

Per questo percorso viene previsto un esame finale nelle seguenti modalità:

  1. Scritto per il territorio del Piemonte;
  2. Orale via Webcam per il restante territorio italiano.

Viene previsto il rilascio di un attestato di frequenza come corso di approfondimento.

Corsi propedeutici a questo

  • Omeopatia classica o attestato equivalente che viene confermato dal corpo docente.

Servizi inclusi nel corso on-line

  1. Abilitazione a un’area personale sul sito istituzionale dell’Accademia dal quale scaricare tutto il materiale didattico sul quale studiare;
  2. contatto diretto con la scuola per eventuali domande o supporto sui sistemi online;
  3. 3 incontri con l’insegnante da remoto (telefono o video chat) per eventuali domande durante il percorso di studi (viene demandato allo staff della scuola il fare sessioni di risposta alle domande collettive nel caso ci siano domande in comune con altri studenti dello stesso corso;
  4. Abilitazione del gruppo Whatsapp dello stesso corso per eventuali domande e condivisione idee tra gli studenti (non sono presenti gli insegnanti).

HAI ANCORA QUALCHE DUBBIO?

14 + 3 =

I tuoi dati non verranno immagazzinati nella nostra base dati, sono solo funzionali a fugare il tuo dubbio di potenziale acquisto. Nel caso volessi rimanere in contatto con il nostro istituto ti consigliamo di iscriverti alla nostra newsletter. 



Pin It on Pinterest